dueincucina.it
peperone.jpg

cremainglese01 Descrivo questa crema con le parola di Gualtiero Marchesi che dice: " Tra le salse di pasticceria, quella alla vaniglia o "crema inglese" è sicuramente la più elegante e la più versatile"

può accompagnare una torta secca, un semifreddo, il gelato e le paste lievitate. La ricetta da me descritta non è del grande chef, la sua non l'ho ancora sperimentata, ma quella che ho descritto qui devo dire che da ottimi risultati.

Ingredienti:
- ml. 250 di latte
- ml. 250 di panna
- gr. 90 di zucchero
- 4 tuorli
- una stecca di vaniglia

Procedimento: dividete in due il baccello di vaniglia e mettetelo a bollire con il latte e la panna. Con una frusta sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto omogeneo, versate il latte e la panna bollente e mescolate. Portate  il composto sul fuoco basso e fatelo cuocere mescolando in continuazione  fin quando la temperatura arriverà a 82 gradi. La difficoltà nella preparazione di questa crema sta nella cottura; bisogna stare molto attenti alla temperatura, in quanto se la crema bolle impazzisce. Se non avete il termometro ci sono altri sistemi per accorgersi  quando la crema è pronta: se immergete un cucchiaio nella crema, e lo tirate fuori velato  vuol dire che la cottura è al punto giusto,  inoltre la schiuma che appare in superficie. scompare.  A questo punto fate raffreddare la crema e mettetela in frigo. Volendo, anzichè con la vaniglia, potete aromatizzarla con un liquore, quindi non mettete la stecca di vaniglia a bollire con il latte e la panna, ma mettete tre cucchiai del liquore prescelto quando la crema è fredda.