dueincucina.it
more.jpg

marmefrago04 Per me è iniziata la stagione delle marmellate. La prima che faccio è quella di fragole, poi arrivano le ciliegie, le visciole, le albicocche, le pesche e la stagione termina con i fichi e le mele cotogne. In genere utilizzo la frutta dei nostri alberi ma fragole non ne abbiamo e quindi le compriamo a Carchitti, il paese delle fragole.

Per le marmellate, in genere, uso sempre la stessa proporzione fra zucchero e frutta: 800 gr. di zucchero per un Kg. di frutta, tranne per i fichi e le cotogne.

Ingredienti:
- 1 Kg. di fragole
- gr. 800 di zucchero
- 5 rametti di menta

Procedimento: mettete le fragole a bagno in acqua, sgocciolatele togliete le foglioline e tagliatele a pezzi, mettete tutto in una ciotola, aggiungete lo zucchero e i rametti di menta puliti e lasciate macerare per una notte. La mattina mettete tutto in una pentola dal fondo pesante e cuocete fin quando la marmellata avrà la giusta consistenza. Quando avrà la giusta consistenza? Bè qui è questione di esperienza, c'è chi utilizza il sistema della temperatura (quando la marmellata raggiunge i 120 gradi è pronta) io ci ho provato ma non ha funzionato, la marmellata era troppo liquida; chi il sistema del piatto (far scendere una goccia di marmellata nel piatto, quando scende lentamente è pronta) io non riesco a regolarmi. Uso questo sistema: faccio bollire la marmellata per un paio di ore, spengo e lascio raffreddare, controllo, se la consistenza va bene invaso, altrimenti continuo la cottura. La marmellata va invasata quando è calda in barattoli ben lavati e asciugati, si conserva per 2 o 3 anni.

marmefrago01 marmefrago02 marmefrago03 marmefrago04 marmefrago05

{jcomments on}