dueincucina.it
limone.jpg

fricofichi02 L'idea mi è subito piaciuta: il classico prosciutto e fichi rivisitato. Anche questa ricetta però non può prescindere da ingredienti di ottima qualità, quindi non appena avrete dei bei fichi maturi, magari coltivati biologicamente, come nel nostro caso, provate questo antipasto sfizioso. Sarà un successo.

La ricetta è presa da "Il grande libro dei cuochi" che, in questo momento ,è per me fonte di ispirazione continua. Lo chef è Michele Romano che ha curato il capitolo "Cucinare con il formaggio". Il frico è un modo di cucinare il formaggio tipico del Friuli. La ricetta richiede l'uso del Montasio semistagionato o stagionato, io ho utilizzato un asiago semistagionato ed il risultato è stato comunque eccezionale.

Ingredienti:
- gr. 200 di formaggio Montasio
- 4 fichi tagliati a spicchi
- un mazzetto di rucola
- gr. 60 di prosciutto crudo

per la vinagrette:
- ml. 120 di olio d'oliva
- 2 cucchiai di aceto balsamico
- gr. 40 di parmigiano grattugiato
- sale e pepe

Procedimento: Grattugiare grossolanamente il formaggio, scaldare una padella antiaderente, quando è ben calda distribuite un mucchietto di formaggio sul fondo della padella distribuendolo con le dita in moda da avere un cerchio. Con una paletta aggiustate i bordi e schiacciate il formaggio, quando è dorato da una parte girate il frico dall'altra e dopo pochi secondi toglietelo, mettetelo sopra una coppetta rovesciata. Fate aderire i bordi del frico alle pareti della coppetta, con le mani, in modo da formare una ciotolina. Quando il frico è freddo toglietelo e preparatene altri tre. Lavate la rucola e spezzatela grossolanamente, asciugatela. Mettete su un piattino il frico, distribuite sopra la rucola, il prosciutto tagliato a pezzi e i fichi, distribuite su tutto la vinagrette e servite.

Note: il quantitativo di formaggio è orientativo, in realtà io l'ho grattugiato man mano che procedevo con i frico, così come la quantità di rucola.

fricofichi01 fricofichi03

{jcomments on}