dueincucina.it
limone.jpg

panettogastro06 Io e Lorenzo la sera dell'ultimo dell'anno eravamo da soli, se non  consideriamo cani e gatti, e quindi per il "cenone" ho preparato un bel panettone gastronomico. Lo abbiamo innaffiato con una buona bottiglia di vino e siamo andati a letto. Chiaramente il panettone è stato anche l'antipasto del pranzo di capodanno. Per fare l'impasto ho usato la stessa ricetta che ho elaborato per fare il pane per la colazione.

 

Ingredienti:
Per il panettone:
- gr. 300 di farina manitoba
- gr. 300 di farina 00
- un cubetto di lievito di birra
- gr. 50 di zucchero
- gr. 200 di latte
- gr. 50 di acqua
- gr. 30 di olio di semi
- un pizzicone di sale
- 3 uova

Per il ripieno
- patè di tonno (leggi)
- patè di salmone (leggi)
- prosciutto cotto e robiola (frullate tutto)
- insalata di pollo (insalata tagliata sottile, maionese, pollo arrosto a pezzettini)
- salame e emmental

Procedimento:
Il panettone va fatto il giorno prima di essere farcito. Scaldate appena il latte con l'acqua e metteteli in una ciotola insieme allo zucchero e al lievito, sciogliete tutto e coprite, fate riposare per 30 minuti. Mettete le due farine nella ciotola della planetaria, unite il sale e mescolate. Azionate il gancio a velocità uno e mettete tutti gli altri ingredienti compreso il contenuto della ciotola. Lavorate fin quando l'impasto si sarà arrampicato sul gancio, a questo punto trasferitelo sulla spianatoia e dopo averlo lavorato ancora un poco arrotondatelo. Mettete l'impasto in uno stampo per panettone da un chilo, appogiatelo su una teglia e mettetelo a lievitare. Io l'ho messo a lievitare in forno con una pentola di acqua bollente accanto che riscaldo ogni tanto. Quando l'impasto sarà uscito fuori dallo stampo infornate a 200 gradi per trenta minuti. Poi abbassate la temperatura e trascorso un altro quarto d'ora continuate la cottura con lo sportello del forno leggermente aperto. In totale fate cuocere circa un'ora.  Il panettone va fatto freddare capovolto, quindi infilzatelo con dei ferri da calza e mettetelo a freddare appoggiando i ferri su due sostegni.  Il giorno dopo tagliate il panettone ricavando dei dischi alti poco meno di un cm.
Prima di tagliare fate dei segni con il coltello e regolatevi in modo da avere un numero pari di dischi, poi accoppiateli, la cupola non va affettata ma servirà per decorare. Prendete la prima coppia spalmate su un disco un ripieno e coprite con l'altro disco e continuate cambiando i ripieni fino ad esaurimento delle coppie di dischi. Ricomponete il panettone, copritelo con la pellicola e mettetelo in frigo per alcune ore in modo che i ripieni si rassodino.  Trascorso il tempo riprendete il panettone e tagliate ogni disco prima in quattro e poi in otto spicchi, ricomponete di nuovo il panettone; mettete i primi otto spicchi, poi sopra il primo disco ricomposto mettete l'altro avendo cura di sfalsare i triangoli in modo che prendendo uno spicchio in basso non crolli tutta la struttura. Mettete anche la cupola e decorate a piacere. Conservate il panettone in frigo avvolto nella pellicola in modo che non si secchi.

Note: chiaramente con i ripieni potete sbizzarirvi come volete: tonno e carciofini, verdura cotta e mozzarella, tonno e pomodori ecc.

panettogastro01 panettogastro02 panettogastro03 panettogastro04 panettogastro05 panettogastro07 panettogastro08

{jcomments on}