dueincucina.it
caffe.jpg

trigliepro03 Questa ricetta l'ho presa dal libro di Pellegrino Artusi "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene".  Ho eseguito la ricetta nella maniera classica ma poi ho pensato di sfilettare il pesce perchè le triglie sono abbastanza spinose, si possono servire sia come secondo che come antipasto. Per fare questa ricetta si devono usare triglie di media grandezza o piccole.

Ingredienti:
- 4 triglie
- 3 fettine di prosciutto grasso e magro
- foglie di salvia
- un limone
- pangrattato
- olio extr.d'oliva sale e pepe

Procedimento: pulite le triglie, togliete le squame e evisceratele, mettetele in una fondina irroratele  con il succo del limone, l'olio, sale e pepe ponetele a marinare per circa un'ora. Trascorso il tempo prendete un teglia da forno spezzettate le foglie di salvia e ponetele nella teglia, passate  le triglie nel pangrattato e mettetele nella teglia, poggiate sul dorso, una accanto all'altra, tra una triglia e l'altra mettete un pezzetto di prosciutto grasso e magro, irrorate con la salsina e coprite con un foglio di alluminio, cuocete in forno dolce per circa 15 minuti.
Volendo cuocerle sfilettate, dopo aver ricavato i filetti metteteli a marinare e poi avvolgeteli nelle fettine di prosciutto, cuoceteli nella teglia con la salvia sotto per 5/10 minuti massimo, senza coprirli.

trigliepro01 trigliepro02 trigliepro03

{jcomments on}